Contributi a fondo perduto per la partecipazione a fiere internazionali di settore in Italia

Con la conversione in legge del D.L. 17 maggio 2022, n. 50, all’art. 25-bis è stata istituito un voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia.

In cosa consiste il voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia?

La misura prevede la concessione di un voucher pari al 50% delle spese ammesse e dell’importo massimo erogabile di 10.000 euro.

Il voucher potrà essere richiesto una sola volta da ciascun beneficiario per il rimborso delle spese e dei relativi investimenti sostenuti per la partecipazione alle manifestazioni.

L’agevolazione è assoggettata al regime “de minimis”.

Cosa finanzia il voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia?

Il voucher finanzia la partecipazione a fiere internazionali organizzate in Italia dal 16 luglio 2022 fino al 31 dicembre 2022.

Chi può beneficiare del voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia?

Possono beneficiare del voucher le imprese aventi sede operativa nel territorio nazionale che, dal 16 luglio 2022, partecipano alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia, di cui al calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome.

Le imprese beneficiare devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere iscritte al Registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente;
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale e di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non essere destinatarie di sanzioni interdittive di cui all’articolo 9, comma 2, lettera d), del D.Lgs. n. 231/2001, e di non trovarsi in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche o comunque a ciò ostative.

Come richiedere il voucher per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia?

Per la richiesta del voucher dovrà essere presentata, entro il 30 novembre 2022, apposita istanza via telematica, attraverso la piattaforma che sarà resa disponibile dal Ministero dello sviluppo economico (ovvero dal soggetto attuatore che sarà individuato dal Ministero), entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto (la piattaforma, quindi, dovrebbe essere disponibile per la metà/fine del mese di agosto).

Il Ministero dello sviluppo economico provvederà al rimborso delle somme richieste mediante accredito, entro il 31 dicembre 2022, sul conto corrente comunicato dall’impresa nella domanda di accesso al beneficio.

 

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
04/08/2022 CCIAA di Ravenna: contributi a fondo perduto per investimenti in digitalizzazione

Prenderà il via il prossimo 27 settembre l'edizione 2022 del Bando voucher digitali I4.0 della Camera di commercio di Ravenna.

La misura finanzia attraverso la concessione di un voucher gli investimenti delle imprese della provincia di Ravenna che prevedono l'introduzione in azienda di tecnologie industria 4.0.

Previsto un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili e dell'importo massimo concedibile di 4.000 euro.

04/08/2022 CCIAA di Ferrara: contributi a fondo perduto per investimenti in digitalizzazione

Prenderà il via il prossimo 27 settembre l'edizione 2022 del Bando voucher digitali I4.0 della Camera di commercio di Ferrara.

La misura finanzia attraverso la concessione di un voucher gli investimenti delle imprese della provincia di Ferrara che prevedono l'introduzione in azienda di tecnologie industria 4.0.

Previsto un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili e dell'importo massimo concedibile di 4.000 euro.

01/08/2022 CCIAA di Ravenna: contributi a fondo perduto per certificazioni ambientali, sociali e di parità di genere

Per le imprese di Ravenna e provincia un contributo a fondo del 50% delle spese ammesse e dell'importo massimo concedibile di 2.500 euro.

Finanziate le spese per la formazione del personale, per consulenze specialistiche e per certificazione, registrazione o rilascio della concessione del marchio ecologico.