Credito di imposta per spese pubblicitarie 2017

La misura entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione in G.U. della “manovrina” e il credito d’imposta è previsto sugli investimenti effettuati già dal primo giorno dopo l’entrata in vigore della legge.
 
Spese ammissibili:

In sede di conversione in legge del decreto 50/2017, è stato introdotto l’articolo 57-bis in base al quale dal 2018 alle imprese e ai lavoratori autonomi che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie

  • sulla stampa quotidiana e periodica
  • sulle emittenti televisive
  • sulle emittenti radiofoniche locali, analogiche o digitali,
  • il cui valore superi almeno dell’1% gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente,
è attribuito un contributo, sotto forma di credito d’imposta. Viene quindi incentivato un investimento incrementale rispetto all'anno precedente sia per spingere maggiormente imprese e professionisti ad investire, sia per spingere l'editoria.
 
Come funzione il credito di imposta:
Il valore del credito d'imposta previsto dal DL 50/2017 è pari a:
 
  • 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati,
  • elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative.
Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri.
Le modalità, i criteri di attuazione, gli investimenti che danno accesso al beneficio, i casi di esclusione, le procedure di concessione e di utilizzo del beneficio, la documentazione richiesta, l’effettuazione dei controlli saranno definiti con un futuro decreto MEF.
Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
29/07/2021 Comune di Carpi: Contributi a fondo perduto per l'apertura di nuove attività nel centro storico

Con l'intento di sostenere l'economia locale e contribuire alla riduzione di immobili sfitti o non utilizzati, il Comune di Carpi ha pubblicato un bando per la concessione di contributi a fondo perduto per l’avvio di nuove attività commerciali, artigianali e professionali. Previsto un contributo a fondo perduto dell'importo massimo di 15.000 euro. 

29/07/2021 Regione Lombardia: Contributi per abbattimento interessi sui finanziamenti per liquidità e investimenti

Pubblicato dalla Regione Lombardia il Bando FAiCREDITO Rilancio 2021, finalizzato al miglioramento delle condizioni di accesso al credito da parte delle MPMI attraverso la concessione di contributi a fondo perduto, fino a 10.000 euro, per l’abbattimento tassi, sia su finanziamenti per la liquidità, sia su finanziamenti per investimenti.

22/07/2021 Dal DPRR 1,2 miliardi di euro per la riapertura degli incentivi di Simest per l'internazionalizzazione

Il Ministero degli Affari Esteri è già al lavoro per consentire la riapertura dello sportello per la richiesta dei finanziamenti per l'internazionalizzazione di Simest.

Stanziati nel DPRR 1,2 miliardi di euro per il rifinanziamento della misura.