Emilia Romagna: Fondo StartER - Nuova call dal 29 marzo all' 11 maggio 2021

Riaperto il Fondo StartER della Regione Emilia Romagna, finalizzato al sostegno della nuova imprenditorialità attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato.

I progetti devono essere mirati all’innovazione produttiva e di servizio, allo sviluppo organizzativo, alla messa a punto dei prodotti e servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo, al consolidamento ed alla creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali, all’introduzione ed uso efficace di strumenti ICT, nelle forme di servizi e soluzioni avanzate, con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.

A titolo esemplificativo sono ammissibili le seguenti tipologie di costo:

 

  • a. Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  • b. Acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • c. Acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
  • d. Spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  • e. Consulenze tecniche e/o specialistiche;
  • f. Spese del personale adibito al progetto ;
  • g. Materiale e scorte;
  • h. Spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);
  • i. Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda.

Il fondo concede finanziamenti di importo compreso tra 20.000 euro e 300.000 euro, a tasso zero per il 70% dell’importo erogato e ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%.

La durata dei finanziamenti può arrivare fino a 96 mesi, con la possibilità di avere 12 mesi di preammortamento.

Il Fondo concede un contributo a fondo perduto a tutte le imprese aventi sede o unità locale in uno dei comuni sede di estrazione di idrocarburi:

  • Fornovo di Taro,
  • Castelfranco Emilia,
  • Novi di Modena,
  • Medicina,
  • San Possidonio,
  • Spilamberto e Ravenna.

L'importo del contributo non può superare il 30% dei costi ammissibili ed ha un massimale di 15.000 euro.

 

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
17/06/2021 CCIAA Reggio Emilia: Contributi a fondo perduto per la digitalizzazione delle imprese reggiane

Pubblicato il Bando Voucher Digitali I4.0 - Anno 2021 - della Camera di Commercio di Reggio Emilia, che finanzia la digitalizzazione delle imprese della provincia di Reggio Emilia, mediante la concessione di un contributo a fondo perduto, sotto forma di voucher, del 50% delle spese ammissibili e fino all'importo massimo di 7.000 euro.

Finanziati i servizi di consulenza e/o formazione, l'acquisto di beni e servizi strumentali e le spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti.

17/06/2021 Regione Veneto: Incentivi per progetti di innovazione di imprese e professionisti

La Regione Veneto ha pubblicato un bando che finanzia, attraverso la concessione di un contributo a fondo perduto ed un finanziamento agevolato, le imprese che intendano realizzare progetti di innovazione di processo e dell'organizzazione ed i professionisti che intendano realizzare progetti di innovazione o trasformazione digitale. Stanziati per la misura 8 milioni di euro.

 

16/06/2021 CCIAA Brescia: Contributi a fondo perduto per servizi e consulenze in tema di sostenibilità aziendale

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Brescia ha pubblicato il Bando di concorso che prevede la concessione di un contributo nella misura del 50% del costo sostenuto fino ad un massimo di importo di 5.000 euro in favore di micro, piccole e medie imprese bresciane, operanti in tutti i settori economici, in tema di sostenibilità aziendale.