Regione Veneto: Prorogato il Bando per interventi di aggregazioni di Pmi destinati all'orientamento alla domanda turistica e ai mercati internazionali

La Regione Veneto ha disposto la proroga al 31 marzo 2020 della scadenza del Bando per l’attivazione, lo sviluppo e il consolidamento di aggregazioni di PMI per interventi che favoriscano l’orientamento alla domanda turistica e ai mercati internazionali.

Chi può richiedere il contributo

Possono fare richiesta di contributo le aggregazioni di imprese che, al momento della presentazione della domanda, risultino costituite nella forma di:

 

  •  Rete di imprese: contratto di rete con soggettività giuridica (cd. Rete soggetto) o senza soggettività giuridica (cd Rete contratto);
  •  Associazione temporanee di impresa (ATI) o Associazioni temporanee di scopo (ATS);
  •  Consorzio (e società consortili), attraverso l’individuazione puntuale delle imprese consorziate che aderiscono al progetto.

Sono ammesse al bando le aggregazioni composte da almeno 9 (nove) micro, piccole e medie imprese (PMI) di cui:

  • almeno un terzo delle imprese partecipanti all’aggregazione deve essere composto da strutture ricettive;
  • almeno un terzo delle imprese aggregate deve avere sede operativa nei Comuni precisati nel bando;
  • almeno una lettera di concessione del partenariato da parte di una o più OGD (Organizzazioni di Gestione della Destinazione) in cui operano le imprese aggregate

Cosa finanzia il bando 

Il bando finanzia le seguenti tipologie di intervento:

 

  • a) Analisi di supporto allo sviluppo commerciale all’estero delle imprese aderenti all’aggregazione;
  • b) Coordinamento e gestione del progetto in relazione alle attività da svolgere nei mercati e nei Paesi obiettivo, ivi comprese attività di sviluppo dei social network all’estero, di sviluppo dei rapporti con i Tour Operator stranieri, nonché di sviluppo di accordi contrattuali;
  • c) Attività di promozione commerciale quali la creazione e gestione di incontri fra la domanda e l’offerta, la partecipazione ad eventi promozionali e manifestazioni fieristiche, la pianificazione di iniziative di incoming di Tour Operator e di press tour nei territori/destinazioni dove hanno sede le imprese dell’aggregazione.

Quali sono le spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • a) Spese per l’acquisto di beni mobili e servizi funzionali all’adeguamento dei prodotti turistici ai mercati target cui si intende rivolgere la promozione da parte dell’aggregazione;
  • b) Spese di assistenza tecnico-specialistica prestata da soggetti esterni all’aggregazione per lo sviluppo e il coordinamento operativo delle attività del progetto, ivi comprese le attività da svolgere nei mercati e nei Paesi obiettivo, lo sviluppo dei rapporti con i Tour Operator stranieri, nonché la realizzazione di accordi contrattuali;
  • c) Spese per la predisposizione o revisione del sito internet del progetto e per la sua pubblicizzazione; 
  • d) Altre spese per la promozione e la commercializzazione dei prodotti turistici; 
  • e) Spese per costituzione/aggiornamento dell’aggregazione, nella misura massima di 5.000,00 (cinquemila/00) euro;
  • f)  Spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari o da Consorzi di garanzia collettiva dei fidi (Confidi);
  • g) Spese di personale dipendente; 
  • h) Spese di consulenza propedeutiche all’attività di promo-commercializzazione; 
  • i) Spese per la partecipazione a fiere nei “mercati obiettivo” che comprendono esclusivamente:
  • - spese di locazione dello stand (spazio espositivo e allestimento);
  • - spese relative a servizi esterni di progettazione, montaggio dello stand, trasporto dei materiali e
  • dei prodotti con eventuali e correlate spese di assicurazione;
  • - i costi di gestione dello stand relativi all’utilizzo di servizi esterni, quali, ad esempio, hostess/steward, traduttori e interpreti. Non è ammissibile la spesa di acquisto di arredi e beni materiali che compongono lo stand;
  • j) Spese di personale dipendente per la partecipazione a fiere.
     

Misura del contributo a fondo perduto

Il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa per la realizzazione del progetto, nel limite: 

  • massimo di euro 300.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a sostegno pari o superiore ad euro 600.000,00;
  • minimo di euro 50.000,00 corrispondenti ad una spesa rendicontata e ammessa a sostegno pari ad euro 100.000,00.

Quando presentare domanda 

La domanda di contributo dovrà essere presentata, esclusivamente per via telematica, entro il 31 marzo 2020

 

Potrebbe interessarti anche...
06/03/2020 Regione Veneto: Prorogato il Bando per il sostegno a progetti di promozione dell'export di Distretti, Reti e Aggregazioni di Imprese

Grazie alla proroga disposta dalla Regione Veneto, hanno tempo fino al 10  marzo 2020 le imprese venete che intendono partecipare al Bando per il sostegno a progetti di promozione dell'export sviluppati da Distretti Industriali, Reti Innovative Regionali e Aggregazioni di Imprese. Previsto un contributo a fondo perduto del 50 % delle spese ammesse.

27/02/2020 Regione Veneto: Contributi a fondo perduto per l'efficientamento energetico e la riduzione dei gas climalteranti

La Regione Veneto ha pubblicato un bando finalizzato alla promozione di progetti che prevedano la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese venete. Previsto un contributo a fondo perduto del 30 %, fino ad un massimo di 150 mila euro.

26/02/2020 Regione Veneto: Contributi a fondo perduto per le imprese giovanili

Le micro, piccole e medie imprese giovanili venete possono contare su un contributo a fondo perduto del 30 % delle spese per la realizzazione di progetti di supporto all'avvio, all' insediamento e allo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e di rinnovo e ampliamento dell'attiività esistente. 

10/01/2020 Regione Veneto: Contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione delle pmi

Le micro, piccole e medie imprese venete, anche in forma aggregata, possono ottenere un contributo a fondo perduto fino al 50 % delle spese sostenute per l’acquisizione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione. 


 

10/12/2019 Contributi per progetti di internazionalizzazione dei distretti industriali, delle reti innovative regionali e delle aggregazioni di imprese del Veneto
Al via dal 10 dicembre 2019 e fino al 18 febbraio 2020 il Bando della Regione Veneto per la concessione di contributi a fondo perduto del 50% per progetti di internazionalizzazione di distretti industriali, reti innovative regionali e aggregazioni di imprese veneti.
26/03/2019 Regione Veneto: Contributi a fondo perduto per il sostegno e la promozione dell’imprenditoria femminile
Previsto dal bando della Regione Veneto dedicato all’imprenditoria femminile un contributo a fondo perduto pari al 30% delle spese ammissibili. 
06/07/2016 Regione Veneto: Bando per il sostegno al consolidamento di Start-Up Innovative

La Regione del Veneto ha approvato un bando finalizzato al finanziamento alla creazione e al consolidamento di start-up innovative che propongano progettualità basate sulla ricerca a forte contenuto creativo.

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
18/01/2022 Contributi a fondo perduto per l'export digitale delle imprese emiliano romagnole

Pubblicata l'edizione 2022 del Bando Digital Export di Unioncamere e Regione Emilia Romagna che finanzia, attraverso la concessione di un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammesse e dell'importo massimo di 15.000 euro, le imprese emiliano romagnole che realizzano percorsi di rafforzamento della presenza all’estero e/o sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero basati su tecnologie digitali.

 

13/01/2022 Credito d'imposta del 50% per la digitalizzazione di agenzie di viaggi e tour operator

Pubblicato il decreto interministeriale che disciplina le modalità applicative per la fruizione del credito d'imposta del 50% per la digitalizzazione in favore delle agenzie di viaggi e dei tour operator.

Per l'incentivo sono stati stanziati 18 milioni di euro per il 2022, 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, 60 milioni di euro per l’anno 2025, con una riserva del 40% dedicata agli interventi da realizzarsi nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

 

13/01/2022 Contributi a fondo perduto per la digitalizzazione delle imprese romagnole

Al via il prossimo 31 gennaio il Bando Voucher Digitali I4.0 della Camera di Commercio della Romagna che finanzia, con un contributo a fondo perduto fino a 10.000 euro gli investimenti in digitalizzazione delle imprese delle province di Forlì-Cesena e Rimini.

Finanziati spese per servizi di consulenza e formazione e l'acquisto di beni e servizi strumentali per l’introduzione e lo sviluppo di una o più tecnologie abilitanti.