Anteprima: Bando promozione Export e Internazionalizzazione Intelligente

Beneficiari le imprese manifatturiere di micro, piccola e media dimensione, non esportatrici o esportatrici non abituali, aventi sede legale e/o operativa attiva in Emilia-Romagna, con un fatturato minimo di € 500.000,00. Il bando, di imminente pubblicazione, sarà aperto dal 31 maggio al 2 luglio 2018.
 
In particolare:
  • Il contributo minimo è fissato in 3.000,00 euro (a fronte di spese complessive pari a 6.000,00 euro);
  • Il contributo massimo sarà di 15.000,00 euro (a fronte di spese complessive pari a 30.000,00 euro);
  • Verrà attribuita una premialità aggiuntiva alle imprese che avranno partecipato, o che si impegnano a partecipare, ad un percorso formativo di base per un minimo di 16 ore in tema di internazionalizzazione effettuato attraverso le Camere di commercio dell’Emilia-Romagna, le Aziende Speciali delle CCIAA dell’Emilia-Romagna o enti/organizzatori del territorio emilano-romagnolo preposte alla formazione.

 

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
04/06/2020 CCIAA Reggio Emilia: Prorogata fino al 30 giugno 2020 la scadenza del Bando Internazionalizzazione

Fino al 30 giugno 2020 le pmi reggiane potranno richiedere un contributo a fondo perduto fino al 40 % per la partecipazione a manifestazioni internazionali che si svolgono in paesi esteri nel periodo 01/02/2020 - 31/01/2021. 

03/06/2020 Firmato il decreto attuativo del Piano Transizione 4.0

Con il Piano saranno mobilitati 7 miliardi di euro di risorse per le imprese che maggiormente punteranno sull’innovazione, gli investimenti green, in ricerca e sviluppo, in attività di design e innovazione estetica, sulla formazione 4.0.

28/05/2020 Regione Veneto: Bando per la concessione di contributi ai luoghi storici del commercio per far fronte alle conseguenze del'epidemia di COVID-19

Dalla Regione Veneto un bando dedicato alle attività commerciali iscritte, al 30 aprile 2020, nell'elenco regionale dei luoghi storici del commercio per sostenere le attività commerciali nella difficile fase della ripartenza post COVID-19.

Previsto un contributo a fondo perduto dell'80% fino ad un massimo di 7.000 euro.