Riaperto il Bando per contributi a fondo perduto per progetti di Innovazione, Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale di MADE

Made, Competence Center riconosciuto dal MiSe come uno dei poli di eccellenza per le attività di orientamento, formazione e sviluppo di progetti innovativi, ha pubblicato l'avviso di riapertura del ​bando finalizzato a selezionare le proposte di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale sui temi dell’Industria 4.0, che saranno realizzati attraverso le competenze e le strumentazioni di cui MADE è dotato.

Chi può richiedere il contributo a fondo perduto 

Possono fare richiesta di contributo le impresein forma individuale o in forma aggregata, che abbiano una stabile organizzazione in Italia e siano regolarmente costituite e iscritte presso il Registro delle imprese.

Cosa finanzia il contributo a fondo perduto 

Il bando finanzia progetti che risultino coerenti con almeno una delle attività progettuali di seguito elencate:

  • Strategia Industria 4.0: realizzazione di un piano di adozione delle tecnologie digitali e delle competenze strategiche per garantire a un’azienda l’evoluzione verso l’industria 4.0 in termini di efficienza e di efficacia dei processi, coerentemente agli obiettivi aziendali.
  • Progetti di innovazione: progetti di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e di innovazione (di prodotto, di processo o di modelli organizzativi) necessari per sostenere la traduzione di idee innovative in concetti dimostrabili anche attraverso l’utilizzo delle 6 Aree e dei 25 Asset tecnologici presenti in MADE;
  • Demo e test: sviluppo di demo, prototipi, Proof of Concept (PoC) e Test-Bed in ambito Industria 4.0, utilizzando ambienti e strumenti tecnici, tecnologici e metodologici e know-how disponibili nelle 6 Aree e nei 25 Asset tecnologici presenti in MADE;
  • Scouting tecnologico: individuazione delle tecnologie e dei partner tecnologici più adatti a sviluppare l’innovazione di prodotto e di processo, definendo una strategia tecnologica aziendale coerente con i trend che caratterizzano il settore.
  • Consulenza Tecnologica: attività di consulenza e studi di fattibilità finalizzati all’implementazione di soluzioni tecnologiche, organizzative e gestionali atte a migliorare i processi delle imprese in ottica Industria 4.0.
  • Validazione di progetti Industria 4.0: valutazione in merito all’adeguatezza delle tecnologie, delle metodologie e dell’esecuzione dei progetti di innovazione rispetto agli obiettivi prefissati e allo stato dell’arte.

Le attività progettuali di cui sopra dovranno fare esclusivamente riferimento all’Industria 4.0 e in particolare ai seguenti ambiti tecnici:

  • Progettazione, ingegnerizzazione e sviluppo prodotto;
  • Pianificazione, controllo avanzamento e monitoraggio real-time della produzione;
  • Tecnologie digitali per la gestione del fine ciclo del prodotto;
  • Controllo e monitoraggio energetico;
  • Strumenti digitali a supporto di metodologie di economia circolare e sostenibilità;
  • Tracciatura di prodotto e gestione della qualità;
  • Sistemi digitali di supporto all’operatore;
  • Tecnologie e sistemi digitali per la simulazione dei processi industriali;
  • Tecnologia e processo additivo;
  • Robotica collaborativa;
  • Cyber‐Security industriale;
  • Strumenti digitali a supporto di politiche di manutenzione 4.0;
  • Strumenti digitali a supporto di politiche di lean4.0;
  • Intelligenza artificiale e Big Data Analytics;
  • Logistica interna e tracciabilità;
  • Strumenti e soluzioni digitali basati per l’integrazione di reti 5G e tecnologie emergenti in ambito industriale.

Inoltre, per essere ammissibili all’ottenimento dei benefici erogati dal centro di competenza MADE, i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale e studi di fattibilità presentati dalle imprese dovranno prevedere:

  • Un piano di intervento dettagliato che evidenzi investimenti, costi e tempi;
  • Una durata complessiva non superiore a 12 mesi (con possibilità di una proroga, motivata, di ulteriori 6 mesi);
  • La stima dei benefici economici per l’impresa in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi e in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti;
  • Un livello di maturità tecnologica (Technology Readiness Level, TRL) compreso in un intervallo tra TRL 5 e 8 e che dovrà raggiungere, al termine delle attività, un livello almeno pari a TRL 7;
  • Il coinvolgimento del Centro di Competenza MADE per lo svolgimento delle attività di ricerca contrattuale, consulenza tecnologica e supporto.

Quali sono le spese ammissibili

Sono ammissibili al finanziamento esclusivamente le seguenti voci di spesa:

  1. Spese per la ricerca contrattuale sostenute alle normali condizioni di mercato;
  2. Spese relative ai servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto presentato dall’impresa.

Misura del contributo a fondo perduto 

Le agevolazioni sono concesse nella forma di finanziamento a fondo perduto massimo del 50% delle voci di spesa ammissibili con intensità diverse in base alla tipologia di spesa fino ad un massimo di 100.000 euro.

Quando presentare domanda

Le proposte progettuali dovranno essere redatte e presentate, in via esclusivamente telematica, a partire dal giorno 20 luglio 2021 ed entro e non oltre il 21 settembre 2021.

Per richiedere informazioni compila il form che trovi in basso oppure alla tua sinistra! 

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
23/09/2021 Regione Veneto: Contributi a fondo perduto a favore delle imprese di produzione cinematografica ed audiovisiva

Aprirà il prossimo 11 ottobre il bando della Regione Veneto che sostiene le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva in Veneto per la realizzazione esecutiva delle riprese, la realizzazione tecnica dell’opera e la post-produzione. Previsto un contributo a fondo perduto compreso tra il 20% e il 50% delle spese ammesse, determinato in base al punteggio ottenuto dal progetto candidato. Il contributo massimo per la sezione fiction e animazione è di 200.000 euro per la sezione doc, short e XR è di 30.000 euro.

22/09/2021 Comune di Trento: Contributi a fondo perduto per la riqualificazione o l'avvio di attività imprenditoriali

Dal Comune di Trento un contributo a fondo perduto fino a 14.000 euro per la riqualificazione delle attività economiche presenti del territorio comunale o per l'avvio di nuove imprese. Agevolate le attività di somministrazione al pubblico, commerciali in forma ambulante e al dettaglio, artigianali, agrituristiche e le palestre e centri sportivi al chiuso.

21/09/2021 Regione Lazio: Contributi a fondo perduto per diagnosi digitale

Dalla Regione Lazio un voucher in favore delle pmi laziali per finanziare l'acquisizione di una Diagnosi Digitale che le renda consapevoli dei vantaggi di investire nella digitalizzazione della propria impresa. Previsto un contributo a fondo perduto del 70% delle spese ammissibili e fino all’ importo massimo di 15.000,00 euro