Bando Disegni +4: Proroga presentazione domande

In considerazione dell'emergenza sanitaria legata al Coronavirus, il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSe) ha prorogato alle ore 9.00 del 19 marzo 2020 il termine, precedentemente fissato per il 27 febbraio 2020, di presentazione delle domande per il Bando Disegni +4, gestito da Unioncamere e finalizzato all’acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dall’ 1 gennaio 2018.

Possono beneficiare dell’incentivo le micro, piccole e medie imprese.
I progetti candidati possono riguardare alternativamente la PRODUZIONE (FASE 1), e la COMMERCIALIZZAZIONE (FASE 2) oppure entrambe le fasi.
Previsto un contributo a fondo perduto pari all’ 80% delle spese ammissibili, nel rispetto degli importi stabiliti dal bando per ciascuna tipologia di spesa, fino ad un massimo di € 65.000 per la FASE 1 e di € 10.000 per la FASE 2.

Una quota del 5% delle risorse stanziate è riservata alle imprese in possesso del rating di legalità.
Nel caso della FASE 1 - PRODUZIONE, destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la messa in produzione e l’offerta sul mercato di nuovi prodotti a esso correlati, sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisizione dei seguenti servizi:

  • a. ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali;
  • b. realizzazione di prototipi;
  • c. realizzazione di stampi;
  • d. consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno;
  • e. consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale;
  • f. consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, ideazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) strettamente connessa al disegno/modello.

Nel caso della FASE 2 - COMMERCIALIZZAZIONE, destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la commercializzazione del titolo di proprietà industriale, sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisizione dei seguenti servizi:

  • a. consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello;
  • b. consulenza legale per la stesura di accordi di licenza del titolo di proprietà industriale;
  • c. consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione.
Potrebbe interessarti anche...
04/12/2019 Bando Disegni +4: via alle domande di contributo dal 27 febbraio 2020 fino ad esaurimento delle risorse disponibili

Pubblicato dal MiSe il Bando Disegni +4 finalizzato al finanziamento dell’acquisto di servizi specialistici per la valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dall’ 1 gennaio 2018.

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
26/01/2021 Esclamativa e Soluzioni insieme per l’Innovazione Organizzativa delle Imprese Venete

Esclamativa, società specializzata nella consulenza in materia di finanza agevolata, e Soluzioni, società specializzata in servizi innovativi e integrati nell’ambito della prevenzione e gestione dei rischi aziendali, hanno deciso di unire le proprie competenze, per offrire alle imprese l’opportunità di intraprendere un efficace percorso di innovazione organizzativa, che possa beneficiare dei contributi a fondo perduto, con particolare riferimento all’efficientamento produttivo.

22/01/2021 CCIAA Forlì-Cesena Rimini: Contributi a fondo perduto per eventi fieristici

Al via dal 25 gennaio al 26 marzo 2021 il bando della Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Rimini per la concessione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese che partecipino a manifestazioni fieristiche organizzate nel periodo compreso tra il 1° gennaio e 31 dicembre 2021. Finanziate anche le fiere virtuali.

19/01/2021 Regione Emilia Romagna: Al via i Ristori per Bar e Ristoranti

Al via dal 20 gennaio 2021 le domande per i contributi a fondo perduto della Regione Emilia Romagna destinati a Bar, Ristoranti e similari, che abbiano subito un calo del fatturato medio, nel periodo ricompreso tra il 1° novembre 2020 e il 31 dicembre 2020, pari o superiore al 20% rispetto al fatturato medio dello stesso periodo del 2019.

Agevolate anche le nuove imprese, attivate dal 1° gennaio 2020 al 1° novembre 2020.