Bando ISI INAIL 2020: pubblicato l’avviso dell’incentivo INAIL che finanzia interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’avviso 2020 del Bando ISI, istituito da INAIL nel 2010, che finanzia le imprese di tutto il territorio nazionale con un contributo a fondo perduto fino al 65 % delle spese sostenute per investimenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. 

Stanziati dall' Inail 211.226.450 di euro ripartiti per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.

Chi può richiedere il contributo a fondo perduto

Possono fare richiesta di contributo tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e situate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore.

Sono escluse dal presente avviso le micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, in quanto già dell’iniziativa ISI agricoltura 2019-2020, pubblicata il 6 luglio 2020.

Cosa finanzia il contributo a fondo perduto

Sono finanziabili tipologie di progetto di seguito elencate, ricomprese in 4 assi di finanziamento:

  • ASSE DI FINANZIAMENTO 1 (sub assi 1.1 e 1.2)

Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi di responsabilità sociale;

  • ASSE DI FINANZIAMENTO 2

Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC);

  • ASSE DI FINANZIAMENTO 3

Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

  • ASSE DI FINANZIAMENTO 4

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Misura del contributo a fondo perduto 

Il bando prevede la concessione di contributo a fondo perduto del 65%, calcolato sulle spese ritenute ammissibili.

L'importo di contributo massimo erogabile varia in base alla tipologia di progetto come segue:

Assi 1, 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 Euro.

Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento

Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro. 

Per approfondire scarica la nostra Scheda.

News & Eventi
13/02/2024 Regione Lombardia: pubblicato il bando aggiornato della Linea Green

La Regione Lombardia ha pubblicato il bando aggiornato della Linea Green per adeguamento alle condizioni piu' favorevoli introdotte dal regolamento (UE) n. 2831/2023.

La Linea Green intende agevolare gli investimenti dedicati all’efficientamento energetico degli impianti produttivi delle imprese per favorire la riduzione dell’impatto ambientale dei propri sistemi produttivi, sia attraverso la riduzione dei consumi energetici che attraverso il recupero di energia e/o la cattura dei gas serra dai cicli produttivi.

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata a partire dalle ore 10:30 del 7 febbraio 2024.

13/02/2024 Regione Lombardia: pubblicato il bando aggiornato della Linea Sviluppo Aziendale

LRegione Lombardia ha pubblicato il bando aggiornato della Linea Sviluppo Aziendale per adeguamento alle condizioni piu' favorevoli introdotte dal regolamento (UE) n. 2831/2023.

La Linea Sviluppo Aziendale intende agevolare gli investimenti delle PMI e delle imprese a media capitalizzazione (MidCap) per favorire il rafforzamento della loro flessibilità produttiva ed organizzativa, anche in ottica di crescita dimensionale, e il potenziamento della relativa resilienza agli shock endogeni ed esogeni, con particolare riferimento al ricorso alle nuove tecnologie digitali.

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata a partire dalle ore 10:30 del 7 febbraio 2024.

12/02/2024 Regione Friuli Venezia Giulia: contributi per favorire la trasformazione digitale nelle imprese

Con questo Bando, la Regione Friuli Venezia Giulia sostiene la realizzazione sul proprio territorio di progetti di investimento digitale nelle imprese che valorizzano lo sviluppo delle tecnologie e l'innovazione, mediante la concessione di contributi a fondo perduto. 

Previsto un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili. ​Il limite massimo del contributo per investimenti digitali concedibile per progetto è pari a 250.000 euro.