Fonditalia: Avviso FEMI 2024.01

FondItalia, con la pubblicazione dell’Avviso Femi 2024.01, intende continuare a promuovere la crescita e la qualificazione professionale dei lavoratori, a supporto dell’innovazione nelle imprese.

Quale agevolazione prevede l’Avviso Femi 2024.01 di Fonditalia?

Per ogni progetto formativo aziendale è concesso un contributo a fondo perduto massimo di 40.000 euro, mentre per ogni progetto formativo individuale finanziabile mediante voucher è concesso un contributo a fondo perduto massimo per singolo voucher di 3.000 euro.

Che interventi finanzia l’Avviso Femi 2024.01 di Fonditalia?

Il Fondo ha ritenuto prioritario intervenire su alcune tematiche chiave.  Tra queste:

  • aggiornamento e mantenimento delle competenze;
  • adozione di nuovi modelli di gestione aziendale e amministrazione;
  • introduzione di elementi di innovazione tecnologica e digitale
  • incremento della conoscenza del contesto lavorativo e delle competenze linguistiche; 
  • supporto all’internazionalizzazione e green economy;

Per l’erogazione delle attività formative con l’avviso FEMI 2023.01 è possibile ricorrere alle seguenti modalità formative:

  • aula
  • seminari e workshop
  • formazione a distanza (FAD) e/o e-learning
  • affiancamento
  • training on the job
  • coaching
  • teleformazione

Quali spese agevola il Bando

Quali sono i fornitori abilitati per il Bando

Chi può beneficiare dell'Avviso Femi 2024.01 di Fonditalia?

Possono beneficiare dell'Avviso le imprese che alla data di presentazione del progetto, risultino aderenti a FondItalia e che sottoscrivano l’impegno a rimanere aderenti al Fondo per il tempo di realizzazione, rendicontazione e a completamento dell’iter amministrativo/contabile del progetto formativo.

I destinatari dell’attività formativa sono i lavoratori dipendenti e dirigenti per i quali i datori di lavoro sono tenuti a versare il contributo. Sono inclusi tra i destinatari dell’attività formativa anche:

  • gli apprendisti 
  • i soci di cooperativa,
  • i dipendenti a tempo determinato delle Amministrazione Pubbliche
  • cassintegrati
  • lavoratori in mobilità, nonché i lavoratori stagionali che, nell’ambito dei 12 mesi precedenti la presentazione della richiesta del progetto formativo, abbiano lavorato alle dipendenze di imprese assoggettate al contributo di cui sopra e aderenti al Fondo.

Quando presentare la domanda per partecipare all'Avviso Femi 2024.01 di Fonditalia?

Di seguito, i prossimi sportelli per la presentazione delle domande di partecipazione all'Avviso:

  • dal 06.05.2024 al 24.05.2024
  • dal 04.07.2024 al 31.07.2024
  • dal 23.09.2024 al 15.10.2024

Per ulteriori informazioni chiamaci allo 059/362285 oppure scrivici a info@esclamativa.it

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
Esclamativa 23/05/2024 Al via il Credito d'Imposta per la ZES UNICA

Dal 12 giugno al 12 luglio 2024 sarà possibile inviare all'Agenzia delle Entrate le comunicazioni per la fruizione del Credito d'Imposta ZES UNICA, che ricomprende i territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Agevolabili gli investimenti, facenti parte di un progetto di investimento realizzati dal 1° gennaio 2024 al 15 novembre 2024, relativi all'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nella ZES unica, acquisto di terreni e all'acquisizione, alla realizzazione ovvero all'ampliamento di immobili strumentali agli investimenti ed effettivamente utilizzati per l'esercizio dell'attività nella struttura produttiva.

 

Esclamativa 22/05/2024 CCIAA Modena: Bando Cooperazione 5.0

Nuova opportunità dalla Camera di Commercio di Modena che intende promuovere e facilitare processi di cambiamento tecnologico e di transizione energetica del mondo della cooperazione.

Previsto un contributo fissato nella misura del 50% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 3.500,00 €, per ciascuna società cooperativa.

 

Esclamativa 17/05/2024 FRI-Tur: Bando per le imprese del Turismo

Il Ministero del Turismo promuove FRI-Tur, l’incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale.

Previsto un contributo a fondo perduto del 35% unitamente ad un finanziamento agevolato.