Ministero delle Imprese e del Made in Italy: incentivi per le PMI del Mezzogiorno

Le PMI dei territori del Mezzogiorno potranno accedere a nuove risorse, gestite dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), a sostegno di progetti che l’utilizzo di tecnologie abilitanti destinati all’ampliamento della capacità produttiva, alla diversificazione della produzione, alla realizzazione di nuovi prodotti, o alla modifica del processo di produzione già esistente o alla realizzazione una nuova unità produttiva.

Il sostegno coprirà fino al 75% delle spese ammissibili.

Quale contributo prevede il Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno?

Il sostegno previsto dal Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno, con un’agevolazione articolata in un contributo e in un finanziamento agevolato, è pari al 75% delle spese ammissibili, a fronte di un investimento minimo di € 75.000 e massimo di € 5.000.000.

Quali sono gli interventi agevolabili dal Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno?

Il Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno prevede sostegno per la realizzazione dei seguenti interventi:

  • Ampliamento della capacità produttiva;
  • Diversificazione della produzione;
  • Realizzazione di nuovi prodotti;
  • Modifica del processo di produzione già esistente;
  • Realizzazione di una nuova unità produttiva.

Per la valutazione della finanziabilità il Fondo per le PMI del Mezzogiorno riconosce una notevole importanza ai progetti aventi ad oggetto l’efficientamento energetico dell’impresa, almeno pari al 5% e ai progetti che hanno il fine di introdurre nel processo produttivo soluzioni legate all’economia circolare.

Altre premialità sono previste anche per i progetti che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici previsti dall’articolo 9 del regolamento (UE) n. 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2020.

Inoltre, altre premialità sono riconosciute alle PMI che hanno scelto di aderire ad un sistema di gestione ambientale o di efficienza energetica, ovvero che siano in possesso di una certificazione ambientale di prodotto.

Chi può beneficiare delle agevolazioni previste dal Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno?

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal Fondo per le PMI del Mezzogiorno le imprese che effettuano investimenti imprenditoriali innovativi che portano all’adozione di tecnologie digitali, sulla base del piano Transizione 4.0. e che hanno sede nelle seguenti regioni del Mezzogiorno:

  • Abruzzo;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Molise;
  • Puglia;
  • Sicilia;
  • Sardegna.

Quando presentare la domanda per partecipare al Bando del MIMIT per le PMI del Mezzogiorno?

Il contributo è concesso con procedura valutativa a graduatoria secondo il punteggio assegnato al progetto.

Per conoscere i termini per la presentazione delle domande occorrerà attendere la pubblicazione del bando attuativo.

Per ulteriori informazioni contattaci allo 059/362285 oppure scrivi a info@esclamativa.it 

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
Esclamativa 23/05/2024 Al via il Credito d'Imposta per la ZES UNICA

Dal 12 giugno al 12 luglio 2024 sarà possibile inviare all'Agenzia delle Entrate le comunicazioni per la fruizione del Credito d'Imposta ZES UNICA, che ricomprende i territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Agevolabili gli investimenti, facenti parte di un progetto di investimento realizzati dal 1° gennaio 2024 al 15 novembre 2024, relativi all'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nella ZES unica, acquisto di terreni e all'acquisizione, alla realizzazione ovvero all'ampliamento di immobili strumentali agli investimenti ed effettivamente utilizzati per l'esercizio dell'attività nella struttura produttiva.

 

Esclamativa 22/05/2024 CCIAA Modena: Bando Cooperazione 5.0

Nuova opportunità dalla Camera di Commercio di Modena che intende promuovere e facilitare processi di cambiamento tecnologico e di transizione energetica del mondo della cooperazione.

Previsto un contributo fissato nella misura del 50% della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 3.500,00 €, per ciascuna società cooperativa.

 

Esclamativa 17/05/2024 FRI-Tur: Bando per le imprese del Turismo

Il Ministero del Turismo promuove FRI-Tur, l’incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale.

Previsto un contributo a fondo perduto del 35% unitamente ad un finanziamento agevolato.