Bando “Promozione Export e internazionalizzazione intelligente”

Il progetto del sistema camerale di “Promozione export e internazionalizzazione intelligente” approvato dal Mi.S.E. per il triennio 2017-2019 nell’ambito dell’incremento della misura del diritto annuale e condiviso dalla Regione Emilia-Romagna, prevede la concessione di contributi alle imprese emiliano-romagnole nell’ambito di un apposito bando regionale.
 
Tre le linee di intervento del bando regionale a cui potranno accedere tutte le imprese e le reti formali di imprese (L. 33/2009) con sede legale e unità operativa in Emilia-Romagna, a esclusione di quelle agricole:
 
  1. progetti di sistema definiti per Paese e settore
  2. attività di incoming e b2b
  3. iniziative di internazionalizzazione attuate e gestite direttamente dalle imprese
 
1.  Progetti di sistema - L’adesione a questa linea di intervento permette di ricevere servizi erogati dai soggetti gestori di uno dei tre progetti sotto elencati. 
Aderendo l’impresa si impegna a versare una quota di adesione al soggetto gestore parzialmente rimborsata attraverso il contributo. L’impresa dovrà scegliere di aderire a uno dei tre progetti sottostanti dettagliatamente descritti all’allegato 1:
  • Progetto 1 “Paesi del Golfo - La realtà aumentata e virtuale della filiera innovativa dell’abitare-costruire. Percorsi di accompagnamento personalizzati verso Expo Dubai 2020, soggetto gestore: SIDI – Eurosportello Ravenna, Azienda Speciale CCIAA Ravenna
  • Progetto 2 “Meccanizzazione agricola per l’India: soluzioni e tecnologie per una ortofrutticoltura moderna”, soggetto gestore: Promec Modena - Azienda Speciale CCIAA Modena
  • Progetto 3 “Industria 4.0 e “Smart factory”: Emilia-Romagna VS Germania”, soggetto gestore: CISE – Centro per l’Innovazione e lo Sviluppo Economico - Azienda Speciale della Camera di commercio della Romagna
 
2. Attività di incoming e b2b - L’adesione a questa linea di intervento permette di ricevere servizi erogati dal soggetto gestore ad un costo agevolato grazie al contributo pubblico: “Il fashion ed il living: incoming buyer dall’Europa in Emilia-Romagna” soggetto gestore: Camera di commercio della Romagna.
 
3. Progetti delle imprese - Questa linea di intervento finanzia con un contributo progetti presentati e realizzati direttamente dalle imprese. Le proposte devono riguardare azioni di internazionalizzazione tra loro correlate. Tali proposte devono essere rivolte a Paesi e settori differenti da quelli interessati dai tre progetti di sistema della linea di intervento A. Nello specifico non possono essere presentati progetti riguardanti: filiera dell’edilizia nei Paesi del Golfo, meccanica agricola in India, settori di produzione di tecnologie e servizi dell’Industria 4.0 in Germania. Devono essere focalizzati su un massimo di due Paesi e riguardare almeno tre tipologie di azioni tra le seguenti:
  • studi di mercato
  • studi di fattibilità
  • sviluppo di una rete commerciale e di servizi all’estero
  • definizione di un piano export
  • organizzazione di visite aziendali
  • partecipazione a Fiere internazionali all’estero
  • organizzazione di eventi promozionali
La proposta deve essere redatta in modo chiaro e preciso, compilando il modulo online con descrizione del progetto e budget.
 
Ciascuna impresa:
  • può presentare una sola candidatura a valere sull’intero bando;
  • deve tenere in debito conto che i progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il 30/06/2018;
  • deve tenere in debito conto che il contributo concesso con il presente bando costituisce un aiuto "de minimis" ai sensi del Regolamento UE 1407/2013, e che tale contributo non può essere accumulato con altri contributi pubblici (regionali e/o nazionali). L’aiuto per gli interventi Linea A e B è costituito dai servizi erogati dal soggetto gestore al netto del co-finanziamento stanziato da parte dell’impresa;
  • per la Linea A provvede, a seguito della comunicazione dell’ammissibilità al finanziamento, al pagamento di quanto spettante al soggetto gestore con il quale stipulerà un contratto (50% anticipo e 50% saldo). Al termine delle attività e del pagamento del saldo al soggetto gestore, presenta la rendicontazione a Unioncamere Emilia-Romagna (le due fatture del soggetto gestore) e il questionario di valutazione finale; riceve a saldo, a seguito della verifica della rendicontazione, il contributo;
  • per la Linea B sottoscrive un contratto con il soggetto gestore a seguito della comunicazione dell’ammissibilità al finanziamento e paga una quota di adesione che costituirà l’unica fattura da riportare nella rendicontazione insieme al questionario di valutazione finale;
  • per la Linea C riceve a saldo, a fronte di una rendicontazione puntuale di attività e costi, il contributo del 50% del costo del progetto. Il contributo massimo ammesso è pari a 20.000 euro. I progetti dovranno avere un costo minimo pari a 10.000 euro. Gli interventi finanziati avranno inizio a partire dalla data di presentazione della domanda.

Scarica l'allegato 1 del Bando per avere maggiori informazioni!

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
01/04/2019 Regione Emilia Romagna: Prorogati i termini dell’Ordinanza 57/2012
Il Presidente della Regione Emilia Romagna ha prorogato i termini relativi alla conclusione degli interventi ed alla presentazione della documentazione di rendicontazione del saldo finale previsti dall’Ordinanza 57/2012.
 
26/03/2019 Pubblicato il Bando voucher digitali I4.0 2019 della CCIAA di Modena

Aprirà dalle 8.00 di mercoledì 10 aprile fino alle ore 21.00 di lunedì 15 luglio 2019 il Bando voucher digitali I 4.0 della Camera di Commercio di Modena.

22/03/2019 Calcolo Patent Box per PMI e Micro Imprese

Sarà l'agenzia delle entrate ad effettuare il calcolo dell'agevolazione per le micro e piccole imprese.