Fondo di Garanzia per le Pmi: pronte le nuove regole

Il Medio credito centrale (MCC) ha pubblicato con la circolare n.10 del 19 luglio 2018 le nuove disposizioni operative relative all’ammissione al Fondo Centrale, strumento il cui scopo è sostenere, tramite la garanzia statale, l’accesso al credito di pmi, consorzi e professionisti.
La novità più eclatante contenuta nella circolare è rappresentata dal fatto che MCC potrà rivolgersi direttamente alle imprese beneficiarie della garanzia, e non ai soggetti richiedenti (banche ed intermediari), per verificare la veridicità delle notizie fornite e chiedere l’esibizione di prove documentali a sostegno dei dati economici e finanziari dichiarati e a dimostrazione dell’effettuazione degli investimenti dichiarati.
Nel caso in cui MCC dovesse accertare delle irregolarità nella documentazione esibita dalle imprese, oltre alla revoca del contributo e al recupero delle somme già erogate, anche l’applicazione di pesanti sanzioni pecuniarie.
Le disposizioni di MCC prevedono inoltre l’introduzione del portale rating, realizzato per snellire, attraverso lo strumento telematico, le pratiche di verifica dell’ammissibilità dei soggetti beneficiari finali anche in relazione alla richiesta di garanzia sulle operazioni di Nuova Sabatini.

 

Guarda le altre notizie di Finanza d'impresa
22/03/2019 Calcolo Patent Box per PMI e Micro Imprese

Sarà l'agenzia delle entrate ad effettuare il calcolo dell'agevolazione per le micro e piccole imprese.

15/02/2019 Nuova Sabatini Ter: aggiornato l’elenco dei beni immateriali che godono del contributo maggiorato

La riapertura della Nuova Sabatini, resa possibile dallo stanziamento di 480 milioni di euro disposto con la Legge di Bilancio 2019, ha offerto anche l’occasione per aggiornare l’elenco dei beni immateriali che possono beneficiare del contributo maggiorato.

04/02/2019 Nuova Sabatini Ter: riapertura dello sportello per la presentazione delle domande
Dal 7 febbraio 2019 riapre lo sportello per la presentazione delle domande per gli incentivi alle imprese previsti dalla “Nuova Sabatini”.