Medio Credito Centrale: dal 7 novembre domande per mini bond

Con la Circolare n. 674 del 23 ottobre 2014 la Banca del Mezzogiorno – MedioCredito Centrale, in attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze del 5 giugno 2014 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 172 del 26 luglio 2014) ha informato della pubblicazione sul sito Internet del Fondo www.fondidigaranzia.it delle:
  1. Disposizioni operative del Fondo aggiornate, con le integrazioni relative alla concessione della Garanzia Diretta su singole operazioni di sottoscrizione di mini bond;
  2. Modalità operative dedicate alla concessione di garanzie su portafogli di mini bond.
Il decreto sopramenzionato prevede la diffusione di mini-bond - obbligazioni societarie o titoli analoghi emessi dai soggetti beneficiari finali - a favore delle PMI e dei loro consorzi (come definiti nelle Disposizioni operative del Fondo). Tale misura pertanto permetterà alle piccole e medie imprese di ottenere maggiore liquidità finanziaria tramite l’aumento del numero di soggetti acquirenti dei mini-bond e l’introduzione di semplificazioni procedurali.
 
Le richieste di ammissione per le garanzie su singoli mini bond o su portafogli di mini bond, garantiti dallo Stato attraverso il fondo centrale PMI gestito dal MISE, possono essere presentate dal 7 novembre 2014 dalle banche, dagli intermediari finanziari e dai gestori (quali, ad esempio, SGR, SICAV e SICAF che gestiscono direttamente i propri patrimoni).
 
Di seguito le modalità di presentazione:
  • per le richieste di garanzia su portafogli di mini bond: inoltro, utilizzando l’apposita modulistica, attraverso posta elettronica certificata all’indirizzo fdgammissione@postacertificata.mcc.it.
  • per le richieste di garanzia su singoli mini bond: inoltro attraverso il Portale Fondo di Garanzia e, in particolare, nelle more degli adeguamenti informatici in corso di implementazione, occorrerà:
  1. nella Scheda “Operazione / Tipologia di operazione” indicare “Operazione finanziaria di durata non inferiore a 36 mesi”;
  2. nel campo descrittivo “Informazioni aggiuntive sull’operazione” della Scheda “Operazione / Dettagli dell’operazione” inserire la dicitura seguente: “Operazione di sottoscrizione di mini bond”.
Il gestore del fondo, ossia la Banca del Mezzogiorno - MedioCredito Centrale, attribuisce alle domande pervenute un numero di posizione identificativo che comunica, tramite fax, posta (con raccomandata A/R) o posta elettronica certificata, ai soggetti richiedenti entro 15 giorni lavorativi dall’arrivo delle richieste. 
Inoltre il gestore del fondo comunica anche il Responsabile dell’unità organizzativa di competenza o l’eventuale improcedibilità.
Successivamente il gestore del fondo procede, in base all’ordine cronologico di presentazione delle richieste, all’istruttoria delle stesse, valutando il rispetto dei requisiti e delle previsioni per l’accesso alla garanzia del fondo definiti dalle modalità operative.
Entro 45 giorni dalla data di arrivo o di completamento della richiesta, le proposte di delibera vengono deliberate dal comitato di gestione.
Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
24/05/2022 Provincia autonoma di Trento: contributi a fondo perduto per innovazione di processo produttivo

Dalla Provincia autonoma di Trento un bando che finanzia progetti finalizzati alla trasformazione di un processo produttivo esistente e/o all’introduzione di un nuovo processo produttivo. 

Previsto un contributo a fondo perduto fino a 250.000 euro in favore delle imprese trentine.

13/05/2022 Unioncamere Lombardia: Bando voucher digitali I4.0 - avanzato

Aprirà il 17 maggio 2022 il Bando voucher digitali I4.0 di Unioncamere Lombardia che finanzia con un contributo a fondo perduto del 50% delle spese e dell'importo massimo di 25.000 euro per l'acquisto servizi consulenza e/o formazione relativa alle tecnologie I4.0 previste dal bando e investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto.

 

 

10/05/2022 Credito d'imposta formazione 4.0: aumentate e aliquote del bonus che finanzia la formazione del personale sulle tecnologie abilitanti

Aumentae le aliquote del credito d’imposta previsto dalla legge n. 160/2019 per le spese di formazione del personale dipendente finalizzate all’acquisizione o al consolidamento delle competenze tecnologiche sono aumentate dal 50 al 70% (per le piccole imprese) e dal 40 al 50% (per le medie imprese).