CCIAA Milano MB Lodi: Contributi a fondo perduto per soluzioni innovative per i settori commercio, turismo, artigianato, servizi

La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi ha pubblicato il bando Call for Solutions: Bando Innovazioni per l'Economia di Prossimità con l’obiettivo di individuare e diffondere soluzioni innovative per le micro, piccole e medie imprese del territorio nei settori del commercio, del turismo, dell’artigianato e dei servizi impegnate nella riorganizzazione post-Covid e nel processo di trasformazione digitale.

In particolare, i contributi sono destinati allo sviluppo di soluzioni innovative per:

• Gestione del cliente in presenza;
• Logistica.

Chi può richiedere il contributo a fondo perduto

Possono beneficiare dei contributi le MPMI delle province di Milano, Monza Brianza e Lodi attive in qualsiasi settore e in possesso dei requisiti formali specificati nel bando.

Cosa finanzia il bando

Il bando finanzia progetti per lo sviluppo, la customizzazione e la diffusione di innovazioni finalizzati a rispondere alle esigenze post-epidemia per le imprese del commercio, del turismo, dell’artigianato e dei servizi, migliorando aspetti quali il marketing, la logistica, la gestione degli spazi commerciali.

I progetti dovranno riportare un piano per l’adozione della loro soluzione sul territorio di riferimento, articolato in almeno due fasi:
 
  • 1. Sperimentazione della soluzione per 1-3 mesi : a questa fase devono partecipare almeno 6 imprese del settore del commercio, del turismo, dell’artigianato e/o dei servizi, che testano la soluzione e collaborano per migliorarla. La partecipazione di queste imprese deve essere a titolo gratuito, e i nomi delle imprese che manifestano interesse a partecipare possono essere già indicati nella domanda di contributo (elemento di premialità);
  • 2. Diffusione della soluzione per min. 3 mesi: la soluzione viene adottata da un numero crescente di imprese del settore del commercio, del turismo, dell’artigianato e/o dei servizi, alle quali viene offerta l’uso della soluzione senza sostenere costi, eventualmente attraverso un modello freemium. 

I nuovi prodotti/servizi dovranno proporre soluzioni innovative applicabili in almeno uno dei seguenti ambiti:

1. MISURA 1 - Gestione del cliente in presenza 

  • Soluzioni che ottimizzano i tempi di presenza e accesso dei clienti in negozio e tutelano al meglio la salute di clienti e lavoratori. Le soluzioni proposte devono dimostrare la capacità di garantire la sicurezza sanitaria di merci e persone, e di soddisfare allo stesso tempo le esigenze di marketing e vendita.

A titolo esemplificativo, le proposte possono riguardare progetti finalizzati a:

  • Prenotare l’accesso all’attività commerciale;
  • Prenotare prodotti con ritiro in negozio e pagamento in loco oppure on line;
  • Offrire strumenti di sanificazione ai clienti;
  • Offrire il servizio di consegna a domicilio per la prova dei prodotti a casa;
  • Offrire sistemi di condivisione delle reti wifi aperte ai clienti.

2. MISURA 2 - Logistica e consegne

  • Soluzioni che migliorano la logistica di ultimo miglio per le imprese commerciali e i loro clienti. Le soluzioni proposte devono dimostrare la capacità di offrire un servizio di consegna a domicilio caratterizzato da qualità e sostenibilità.
A titolo esemplificativo, le proposte possono riguardare progetti finalizzati a:
  • Favorire un sistema di consegna degli acquisti a domicilio;
  • Attivare progetti di commercio on-line territoriali, che eventualmente condividano i sistemi di consegna degli acquisti.

Quali sono le spese ammissibili

Sono ammissibili le spese che non sono state ammesse a contributo di altri bandi e che sono finalizzate all’acquisto, a titolo esemplificativo, di:

  • a. Beni e servizi strumentali alla realizzazione del progetto, tra cui investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici per utilizzo attinente alla progettualità presentata;
  • b. Servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, spese per l’accesso a laboratori di enti di ricerca;
  • c. Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;
  • d. Spese per la tutela della proprietà industriale;
  • e. Spese del personale dell’azienda solo se espressamente dedicato al progetto (a forfait, fino a un massimo del 60% della somma delle voci di spesa dalla a. alla d.);
  • f.  Servizi di consulenza necessari all’adozione, alla diffusione o allo sviluppo delle soluzioni (fino a un massimo del 50% della somma delle voci di spesa dalla a. alla e.).

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 20 luglio 2020, data di approvazione del presente bando, fino al 1 giugno 2021. Per le sole imprese beneficiarie che ne facessero
richiesta entro il 30 aprile 2021, è ammessa a valutazione interna la possibilità di estendere la tempistica fino al 1 ottobre 2021.

Misura del contributo

Il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto del 60% delle spese ammesse e fino ad un importo massimo di 40.000 euro.

L'importo minimo di investimento è fissato in 12.000 euro mentre non non è previsto un limite massimo per i costi sostenuti dall’impresa, ma il contributo massimo che può essere concesso non potrà superare l'importo indicato.

Modalità di presentazione

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 31 luglio 2020 entro e non oltre le ore 12.00 del 17 settembre 2020, esclusivamente in modalità telematica.

Per entrambe le misure è prevista una procedura di valutazione amministrativa e tecnica.

 

 

Potrebbe interessarti anche...
07/09/2020 CCIAA Milano MB Lodi: Contributi a fondo perduto per soluzioni innovative per i settori commercio, turismo, artigianato, servizi

Fino al 17 settembre 2020 le imprese delle province di Milano, Monza-Brianza e Lodi potranno richiedere un contributo a fondo perduto per realizzare progetti che prevedano lo sviluppo di soluzioni innovative, destinate in particolare alla gestione del cliente in presenza e alla logistica, per le imprese del commercio, del turismo, dell’artigianato e dei servizi.

Previsto un contributo a fondo perduto del 40% fino all'importo massimo di 40.000 euro.

21/04/2020 CCIAA Milano Monza Brianza Lodi: Contributi alle MPMI per lo sviluppo di strategie digitali per i mercati globali

La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi ha pubblicato il bando "Contributi alle MPMI per lo sviluppo di strategie digitali per i mercati globali" finalizzato a sostenere, mediante la concessione di un contributo a fondo perduto fino al 65%, l'acquisto di tecnologie, competenze, servizi e soluzioni atti a favorire l’accesso ai più rilevanti canali di booking e di vendita online B2B, B2C ed I2C ed alle principali piattaforme di pagamento internazionali oltre ad acquisire nuovi strumenti di marketing digitale e di commercializzazione sui mercati esteri.
 

09/04/2020 CCIAA Milano Monza Brianza Lodi: Bando Restart Digitale 2020

Aperto dal 7 aprile 2020 e fino ad esaurimento delle risorse economiche, il bando Restart digitale 2020 in favore delle micro e piccole imprese delle province di Milano, Monza Brianza e Lodi. Previsto un contributo a fondo perduto del 70% per l' acquisto di tecnologie digitali, hardware, software, accessori, applicativi e e servizi specializzati per smart working e digitalizzazione

Guarda le altre notizie di Finanza agevolata
22/10/2021 Bando Innovazione Digitale 2021: Contributi a fondo perduto per innovazione digitale delle imprese mantovane

Al via dal 25 ottobre 2021 il Bando Innovazione Digitale 2021 della Camera di Commercio di Mantova che sostiene la digitalizzazione e l'innovazione delle micro, piccole e medie imprese mantovane, mediante la concessione di un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili e dell'importo massimo di 5.000 euro.

22/10/2021 Bando E-commerce per i mercati internazionali 2021: contributi a fondo perduto per le imprese mantovane

Partirà il 25 ottobre 2021 il Bando E-commerce per i mercati internazionali 2021 della Camera di Commercio di Mantova, che finanzia l'apertura e/o il consolidamento di canali di vendita online tramite sistemi di e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), mediante la concessione di un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili e dell'importo massimo di 5.000 euro.

06/10/2021 Fondo Impresa Donna: firmato il decreto che rende operativo il nuovo fondo per l'imprenditoria femminile

Istituito con una prima dotazione di 40 milioni di euro, a cui si aggiungeranno ulteriori 400 milioni di euro del PNRR, il Fondo Impresa Donna destinato a rafforzare gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditorialità femminile.